PRESENTAZIONE LIBRO DEL GIORNALISTA G.VISITILLI

La cittadinanza é invitata oggi, MERCOLEDÌ 4 MAGGIO alle ore 18.00 presso la Cittadella della Cultura, alla presentazione del nuovo libro del giornalista Giancarlo Visitilli dal titolo “É bravo, ma potrebbe fare di più – ha le capacità, ma non le sfrutta”, edito da Progedit.

Un titolo che ritorna come un mantra da generazioni. Tanti genitori, nei colloqui con i docenti, si saranno sentiti dire questa frase a proposito del rendimento scolastico dei propri figli. É una frase che riflette ormai l’essenza stessa della scuola italiana, una istituzione che procede così, con le capacità che stenta a far fruttare.

L’autore sottolinea nel libro come le pratiche educative si scontrino con “l’indisponibilità degli adulti – per dirla con le parole di Crepet, citato da Visitilli, – a farsi carico dell’inquietudine adolescenziale” dunque un combattimento ideologico tra pratiche di pensiero scolastico e inadeguatezza familiare.
Il giornalista parte da una riflessione sulla condizione della scuola ai tempi del Covid, una scuola della lontananza, della semplificazione, delle disuguaglianze sociali, davanti alla quale nessuno sembra essere turbato. I genitori, d’altra parte, sono più preoccupati dal desiderio di non far mancare niente ai propri figli, che dall’offrire loro una presenza affettiva. Visitilli diventa pungente ma esatto quando analizza la responsabilità dei genitori che non educano né all’autonomia, né all’autostima, né alla creatività, ma favoriscono i figli verso il bullismo o il disadattamento alla vita: si giustificano dietro la facilità di un “non so più che fare con mio figlio”.

“La scuola – scrive il giornalista – è il luogo per eccellenza dove l’esistenza quotidiana deve essere riproposta e trasformata in problema” perché gli studenti possano trovare soluzioni, possano confrontarsi, scontrarsi, vivere, diventare, come in un ring; lottare per rimanere in piedi, per allenarsi alla vita, senza paracadute e senza scuse per gli atterraggi bruschi.

Oltre all’autore, interverranno stasera Michele Sollecito, assessore alle politiche educative, e Cristina Piscitelli, assessore alla Cultura.